Visualizzazione di 1-12 di 17 risultati

Qui puoi trovare tutti i prodotti raggruppati per le tua necessità in merito all’attrarre, influenzare od ottenere Giustizia in campo morale, etico, filosofico e mondano.

La giustizia è l’equilibrio virtuoso dei rapporti umani, sancito attraverso il riconoscimento e il trattamento istituzionale dei comportamenti conformi o contrastanti alla legge. Fondamentale per l’esercizio della giustizia è l’esistenza di un codice normativo che definisca i comportamenti accettabili all’interno di una comunità, insieme a una struttura giudiziaria che ne garantisca l’applicazione.

Nell’antica Roma, la giustizia era personificata nella divinità Iustitia, simbolo del corretto ordine sociale e della legalità. Tuttavia, il concetto di giustizia nel mondo greco-romano trascendeva l’umano, trovando radici nella natura stessa. Questo principio di armonia naturale si rifletteva nella filosofia pitagorica, che considerava la giustizia come il riflesso dell’armonia cosmica, rappresentata simbolicamente nei numeri.

Platone concepiva la giustizia come l’armonia delle facoltà dell’anima e della società, assegnando a ciascuno il ruolo che gli spetta per il benessere comune. Aristotele, invece, la definiva come il giusto mezzo tra due estremi, sia nell’ambito pubblico che privato, distinguendo tra giustizia distributiva e commutativa.

Con l’avvento del cristianesimo, la giustizia acquisì un significato ancor più profondo, radicato nella volontà divina. Sant’Agostino affermava che ciò che Dio vuole è ciò che è giusto, ma sottolineava anche l’importanza della partecipazione umana e del sostegno divino per operare giustamente.

Nella mitologia greca, Astrea, figlia di Giove, incarnava la giustizia e proteggeva i tribunali, ma fu costretta a ritornare in cielo a causa della malvagità umana. La sua rappresentazione con la spada e la bilancia rimane simbolica anche oggi.

Nel Vecchio Testamento, la giustizia non è tanto una questione di conformità a una legge, ma di mantenere una relazione fedele con Dio e rispettare il patto stabilito con il popolo. La legge diventa quindi l’abito attraverso il quale si partecipa alla giustizia di Dio.